23 Dicembre 2013

FESTA DELL SOCIO: I nostri sessant'anni.

PROGRAMMA
VENERDI 03 gennaio 2014
SAVOY BEACH HOTEL PAESTUM
ore 17.00 > 18.30      CONVEGNO:
“PER UNO SVILUPPO COOPERATIVO DEL TURISMO CULTURALE”
Saluti: Italo Voza – Sindaco di Capaccio-Paestum
Introduzione: Rosario Pingaro – Presidente BCC Capaccio Paestum
Relatori: Angelo De Vita – Direttore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano
Marina Cipriani – Direttrice Museo Archeologico Nazionale Paestum
Francesco Vildacci – Direttore  Federazione Campana delle BCC
Bartolo Scandizzo – Presidente Cilento Incoming
Silvio Petrone – Presidente Federazione Campana delle BCC
Modera: Oscar Nicodemo – Giornalista Pubblicista

ORE 18.30> 19.30   PREMIO SCUOLA: premiazione studenti più meritevoli
ORE 19.30               SHOPPING & VINCI I CARAIBI: estrazione e premiazione vincitore concorso a premi
ORE 20.00             SHOW CASE: intrattenimento musicale gruppo “Insieme X caso”

SABATO 04 gennaio 2014
Chiesa del Convento – Capaccio Capoluogo

ORE 18.00> 19.30   CONCERTO POLIFONICO
ottetto d’archi “Amici della musica della Campania” con la partecipazione: del soprano Antonella De Chiara e del Tenore Francesco Marsiglia
Direttore Artistico: Vincenzo Mari 

ABSTRACT CONVEGNO: PER UNO SVILUPPO COOPERATIVO DEL TURISMO CULTURALE
Il turismo culturale che può essere inteso come “il complesso delle manifestazioni e delle organizzazioni relative a viaggi e soggiorni compiuti a scopo ricreativo o di istruzione” (Devoto, Oli, 2011) per essere considerato un asset portante di un territorio di riferimento deve fare riferimento ad una governance, in grado di gestire non solo i processi di tutela e conservazione, ma anche quelli relativi alla sua valorizzazione, gestione e fruizione.

In un mondo in cui la partecipazione dei rappresentanti degli interessi economici e della società civile sta diventano la norma, il termine “governance” definisce meglio il processo attraverso cui collettivamente risolviamo i nostri problemi e rispondiamo ai bisogni della società. Ecco perché se cominciamo ad ammettere che i processi culturali  giocano un enorme ruolo nei processi di trasformazione del territorio, soprattutto in quelli che concernono la riappropriazione di una “cittadinanza attiva”, non si può prescindere dal ricominciare a ridisegnare una governance culturale, che se decide di porre al centro dello sviluppo un piano strategico basato sul turismo culturale sia in grado di integrare le molteplici dimensioni dell’intervento: dall’urbanistica alla mobilità, dalla riconversione di spazi industriali dimessi all’intervento sulle aree decentrate e così via.

D’altronde, nessuno ormai può negare, di fronte al continuo incremento dei fruitori italiani ed esteri del patrimonio culturale del paese, che una “politica per la cultura” debba entrare a far parte delle strategie sia nazionali che locali nel quadro più generale della programmazione economica e sociale, coinvolgendo problematiche che vanno ben al di là della salvaguardia del patrimonio culturale e che concernono l’università e la ricerca, le politiche per l’occupazione,  di sostegno per le imprese e per l’integrazione, le associazioni di volontariato.

6 Luglio 2021
Il Sole 24ORE 24+: intervista al Direttore Generale Giancarlo Manzi

La ripartenza delle piccole imprese italiane vista dalle banche di territorio “Visto dalle
>leggi

30 Giugno 2021
PremiaTi Revolution continua!

Hai ancora tempo per accumulare punti grazie agli acquisti effettuati con la tua
>leggi

21 Giugno 2021
Crediper Days

Dal 21 giugno e solo fino al 09 luglio potrai accedere al Prestito Flessibile #CrediperDAYS a
>leggi

19 Giugno 2021
Una Banca che si muove

Ritorna Una Banca in movimento, il progetto targato BCC Capaccio Paestum e Serino
>leggi